Roshan e la
Famiglia Susairaj

DOVE

Chennai - India

OBIETTIVO

L'inclusione sociale ed educativa

BENEFICIARIO

Roshan Susairaj (14 ani)

STORIA

Un supporto dal 2013 per esigenze inerenti alla salute, alla scuola e alla vita sociale

IMAGE/CONTENT SLIDER

Create a responsive, touch-swipe slideshow with Mobirise bootstrap slider. Add images, text, buttons to slides, set autoplay, full-screen, full-width or boxed layout. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit. Unde sunt, illo quo ipsa. Laboriosam voluptatem sunt nisi velit incidunt labore, sapiente pariatur ipsam fugiat doloremque asperiores eos ipsum, eveniet cum.

CONTACT FORMS

Easily add subscribe and contact forms without any server-side integration. Just link your email to form and get submissions instantly. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit. Accusantium id perspiciatis, sint odit error animi veniam omnis cupiditate distinctio, a quidem deleniti laborum maiores optio laudantium earum vel! Sint, rerum.

Nel 2008, da ragazzo molto giovane, Roshan Susairaj ha subìto la perdita del suo arto inferiore. L'estensione dell'amputazione e una protesi della gamba difettosa hanno ulteriormente aggravato le sue complicazioni di salute. Quando aveva 10 anni la Fondazione fu presentata a Roshan e iniziò a contribuire al recupero e alla riabilitazione del ragazzo. È stato dotato di una protesi femorale corretta nel 2013 e dotato di fisioterapia appropriata.
Il sostegno delle Fondazioni si è inizialmente concentrato solo sui bisogni medici primari di Roshan, ma è stato progressivamente esteso per coprire tutti gli aspetti del suo benessere, dalla sua qualità dell’ istruzione, insegnamento e attività extra-curricolari alle sue vaste procedure sanitarie. Questo approccio onnicomprensivo ha contribuito positivamente a migliorare sia la salute fisica e mentale di Roshan sia il suo senso di realizzazione durante la sua adolescenza formativa.



Questo riuscito processo di empowerment non avrebbe potuto essere pienamente realizzato senza anche rafforzare e rendere abilitare la sua intera unità familiare. Pertanto, negli ultimi due anni è stato adottato un approccio globale più completo.

La sorella maggiore di Roshan, Jenifer, ricevette una borsa di studio di Chennai che le permise di entrare in una scuola di specializzazione a Chennai. Ora è al suo secondo anno di studio di gestione aziendale con la speranza di una carriera nel settore bancario. Inoltre, la borsa di studio sostiene la partecipazione di Jenifer ai corsi di inglese tenutisi al British Council di Chennai, a cui partecipa anche Roshan. La padronanza dell'inglese è fondamentale, poiché il suo corso universitario è condotto in inglese e in definitiva contribuirà al suo successo e alla sua affermazione nel mercato del lavoro competitivo.



Anche la madre di Roshan e Jenifer, Sujatha, ha beneficiato di un programma di riqualificazione professionale e di finanziamenti che le ha permesso di riconquistare un senso di autostima e di sostenere anche la sua famiglia. Dopo aver scelto di allenarsi come sarta qualificata, ha aperto la sua boutique e laboratorio Sari nel quartiere Mylapore di Chennai, vicino a casa sua. È incentivata non solo dall'indipendenza finanziaria che ha creato, ma anche dalla vita sociale che rende possibile.
Oggi, Sujatha si avvicina al suo futuro con confidenza e i suoi due figli sono senza dubbio i diretti beneficiari dell'ottimismo che ora prevale nella loro famiglia.

Roshan, ma cosa ha di speciale questo bambino che mi scruta ?

Chiedo a Charli che mi racconta tutta la storia…

Roshan, bambino normale, intelligente, studioso, felice, amato dai suoi genitori e dalla sorella, comincia ad otto anni a soffrire di dolori intensi alla gamba : tumore diagnosticato e brutalmente la gamba amputata sopra al ginocchio.

Addio corse con gli amici, addio scherzi e bicicletta ; Roshan e' inchiodato al letto, soffre nel corpo e nello spirito perché i suoi amici passato lo stupore, hanno voglia di nuotare, divertirsi senza di lui che rappresenta un peso, un limite.

Roshan e' solo con l'amore ed il sostegno dei suoi. Mi domando, cosa può essere passato nella testa di Roshan ? Che tempeste di domande senza risposta : perché a me ? Perché sono solo ? Perché i miei amici non giocano più con me ? Perché sono diverso ed isolato ? Cosa vuole dire essere amputato ed isolato ? Come può interpretare questi fatti orribili un bambino ?

Tutte queste domande mi sono posta io stessa quando ho deciso che dovevo fare qualche cosa per Roshan. Mi si potrebbe rispondere, ma perché proprio Roshan quando tante persone si trovano nella stessa difficoltà ? Perché Roshan ha parlato con i suoi occhi al mio cuore, perché non ha domandato nulla, perché il caso lo ha portato verso di me.

Spero che con il mio aiuto Roshan possa ritornare a giocare con i suoi amici e a pensare che la vita può riservare anche delle belle sorprese inattese !

- Maria Elena Cuomo - President
July, 18th 2013

Supporti associati