UNA VITA PER LA MUSICA

Dal 2005 la Fondazione é fiera di essere al lato del Maestro Marcella Crudeli e del Concorso Chopin che Ella organizza ogni anno a Roma.

Una Fondazione é un concetto anglosassone che consiste, allorché la Vita vi ha concesso più che agli altri, di ridistribuire venendo in aiuto a coloro che ne hanno necessità.

La nostra Fondazione ha come pilastri l' Educazione e il "Sociale". Ed ecco perché da 12 anni siamo accanto a Marcella, ai suoi allievi e infine ai vincitori del Concorso.

La Musica non é che una delle espressioni molteplici dell'Arte, un'espressione straordinaria che trova un posto speciale nella Memoria e ancora più in là....ci riporta ad un luogo, ad una data, ad un momento, ad un profumo, diviene un ponte, una sfumatura tra passato e presente.

E' una maniera per entrare nell'intimità di un artista, della sua sofferenza, della sua gioia, della sua ansia, della sua frustrazione nella ricerca della perfezione nell'interpretare un brano che é stato scritto qualche secolo avanti e che é stato reinterpretato e interpretato all'infinito, e la sua interpretazione puó trasportare l'auditorio in un viaggio verso il Sublime. Il passato della creazione e il presente dell'interpretazione si fondono nel medesimo slancio creativo.

E' un piacere puro ascoltare tanti giovani talenti provenienti da culture talmente differenti : Cina, Russia, Romania, Albania, Armenia, Ucraina, Corea, Argentina, etc

Passione, lavoro, scoraggiamento, persistenza e, improvvisamente, la "Magia" dell'interpretazione dove il tocco personale porta alla vittoria.


Ogni anno la Fondazione ha ricompensato interpreti eccezionali.


Ma il vero lavoro é quello di Marcella che seleziona, che organizza, che valuta con passione ed estremo rigore.


E poi vi é il lavoro sconosciuto, dietro le quinte, spesso ingrato, dei candidati che ripetono incessantemente nell'ombra per cercare di avvicinarsi sempre più al "Divino".


Noi siamo fieri e felici di avere potuto avere un ruolo, quello di "Mecenate", tradizione che é ben radicata nella cultura Italiana.


Il mecenatismo umanitario non é un hobby, non é un lavoro, ma un "dovere", una "causa" che solo persone illuminate possono affrontare e svolgere, cercando di evitare che si corrompa al pari di tante perversità di un mondo che é cambiato per il peggio.


La Fondazione Cuomo e il Concorso Chopin sono divenuti indissociabili.


Che la Musica, l' Arte, la Bellezza, la Conoscenza ne siano ringraziate in un momento in cui ne abbiamo necessità più che mai !


- Maria Elena Cuomo

- "Roma" Concorso internazionale di pianoforte

- La Repubblica, 31.10.2017


Maria Elena Cuomo con il Maestro Marcella Crudeli - Sala del Carroccio, Il Campidoglio - Roma, 27 ottobre 2017